Legna e Carbone

I Combustibili Solidi

Possono essere definiti combustibili tutti quei materiali in grado di trasformarsi in fonti di calore, durante un processo di combustione.

Navigare Facile

Sono categorizzati in tre differenti gruppi, in base alla loro consistenza, verrano dunque distinti combustibili: solidi, liquidi e gassosi, ognuno dei quali fonte di energia termica.

Appartengono alla categoria dei Combustibili Solidi i seguenti materiali: carboni fossili, legna da ardere e coke di carbone.

I carboni fossili rientrano tra le risorse energetiche esauribili e rappresentano i combustibili dall'origine più antica, che hanno dato un importantissimo contributo allo sviluppo industriale, essendo sino al 1960 il materiale da combustione più utilizzato.

Tra i carboni fossili più antichi ritroviamo gli antraciti, formatisi dall'accumulo di legna al di sotto della terra e delle acque terrestri.

Di formazione più recente sono senza dubbio le torbe, createsi dalla decomposizione di alcune piante erbacee, le ligniti e le litrantaciti, aventi però un potere calorifico minore.

Food

I carboni vengono però considerati piuttosto nocivi per l'ambiente, la loro combustione infatti sprigiona dei gas rivelatisi tossici per l'uomo, che comportano serie conseguenze anche nell'ambiente circostante.

La legna da ardere è un combustibile molto utilizzato nei paesi meno sviluppati, si ottiene direttamente dal taglio delle piante ed il suo impiego è molto ampio e vario, avendo la legna un importante potere calorifico.

Considerata una risorsa energetica rinnovabile, il suo utilizzo troppo assiduo porta a svantaggi ambientali, quali il disboscamento di aree verdi, un problema molto sentito ed importante.